Le lauree e i lavori più richiesti in futuro

Le lauree e i lavori più richiesti in futuro

Il mercato del lavoro è in continua evoluzione e gli importanti numeri sulla disoccupazione giovanile (attestata al 27,6%) suggeriscono una scarsa coordinazione tra la domanda e l’offerta di lavoro. In altre parole, le università formano giovani professionisti con titoli non ricercati dalle imprese, con il risultato che i giovani non trovano lavoro e l’economia non cresce. In questo articolo illustreremo le tendenze del mercato del lavoro per i prossimi anni e le nuove professioni che stanno prendendo piede.

Il rapporto Unioncamere

Unioncamere, l’ente pubblico che unisce e rappresenta istituzionalmente le Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, ha pubblicato la sua stima circa i fabbisogni occupazionali tra il 2020 e il 2024. Il documento contiene le previsioni su quali saranno i titoli più richiesti in rapporto a quelli effettivamente presenti sul mercato: vediamoli nel dettaglio.

Le lauree più richieste

Il rapporto evidenzia come i settori medico, sanitario e paramedico, quello dell’ingegneria, quello matematico e quello giuridico richiederanno un numero di professionisti maggiore rispetto a quelli che si affacceranno effettivamente al mondo del lavoro.

I titoli in eccesso

Dall’altra parte, invece, si registrerà un eccedenza di offerta di laureati nei settori politico-sociale e linguistico. In particolare, il settore politico-sociale, seppure è tra i settori che richiederanno i più alti livelli di professionisti tra il 2020 e il 2024 (59.000), è anche quello con la maggiore eccedenza di offerta, pari a 7.000 laureati che non potranno essere assorbiti dal mercato del lavoro.

Qualunque siano i lavori più richiesti in futuro una cosa è certa: studiare in una Top University facilita notevolmente il percorso verso una carriera di successo. I tutor di Edusogno hanno frequentato i migliori atenei del mondo e sono a tua disposizione per guidarti nel processo di ammissione.

Le professioni del futuro

I dati di Unioncamere sono sicuramente utili per capire come si sta muovendo il mondo del lavoro in questo momento, ma riflettono solo in parte i cambiamenti di lungo periodo dettati dall’avvento della “quarta rivoluzione industriale”, legata alle nuove tecnologie fortemente automatizzate. Andiamo quindi ad analizzare come questi cambiamenti modificheranno il mercato del lavoro, anche facendo riferimento al rapporto ISTAT del 2017 “L’impatto sul mercato del lavoro della quarta rivoluzione industriale”.

Un articolo di Forbes riporta tredici profili professionali nuovi che saranno protagonisti nel prossimo futuro. Alcuni di essi riflettono il fabbisogno di laureati illustrato nelle stime di Unioncamere: il nanomedico, il chirurgo per l’aumento della memoria, e l’avvocato virtuale si inseriscono infatti tra i laureati nel settore medico e giuridico, già oggi richiesti. Tra le altre professioni elencate da Forbes, riportiamo alcune:

  • Growth Hacker: si occupa di ideare e sviluppare le strategie di crescita per la propria azienda. Utilizzando l’ingegneria informatica, il marketing e la comunicazione sui social network.
  • User Experience Designer: ovvero colui che si occupa di migliorare l’esperienza degli utenti che usufruiscono dei servizi dell’azienda, cercando di aumentare la soddisfazione e la fedeltà del cliente migliorando la facilità d’uso e il piacere fornito nell’interazione tra il cliente e il prodotto.
  • Data Scientist: gli studi informatici e statistici permettono di formarsi per questo profilo professionale estremamente richiesto in un mercato ormai quasi interamente dipendente dal mondo digitale.

Il mondo del futuro premierà senza dubbio i profili altamente specializzati: il rapporto rivela infatti come le professioni che resisteranno meno ai cambiamenti tecnologici sono quelle meno qualificate legate al settore delle costruzioni e alle mansioni d’ufficio (contabilità, segreteria e simili).


Condividi
Iscriviti alla nostra newsletter

Riceverai alcuni degli articoli più interessanti relativi al mondo universitario e lavorativo
Inserendo il tuo indirizzo email accetti la nostra Privacy Policy.

Edusogno
Ultimi articoli

Dalla Calabria ad Harvard: la storia di Salvatore

Salvatore è un brillante ragazzo calabrese che a settembre inizierà il Bachelor all’Università di Harvard. Qualche settimana fa Michele -…
I test attitudinali sono richiesti in quasi tutte le facoltà universitarie

GMAT, GRE, SAT, TOLC guida completa ai test universitari

Oramai quasi tutti gli atenei all’estero e in italia richiedono qualche forma di test attitudinale per poter presentare domanda di ammiss…
Luca Parmitano, Astronauta Italiano

Come si diventa astronauta?

Ancora oggi, volare nello spazio è uno dei sogni più gettonati tra i bambini. Riuscire a realizzarlo, però, è un’impresa titanica, preclu…
Il campus dell'Università di Princeton

5 cose che non sapevi su Princeton

La Princeton University è una delle istituzioni più importanti del mondo accademico americano. L’ateneo ha sede in New Jersey, sulla cost…